Lo sapevi che...

Quante imprese ci sono a Rimini ? E quante fanno e-commerce ?

Ultime News - Giovedì 21/01/2021, ore 11:10 - Provincia di Rimini
ecommerce in provincia di Rimini

Al 31 dicembre 2020, in provincia di Rimini si contano 34.090 attive, se si considera il valore su base 1000 abitanti, si registrano 89 a livello regionale, 86 a livello nazionale e 101 nel riminese.

Nel corso del 2020 hanno aperto 2.035 nuove imprese, mentre chiuso i battenti 2.156, con un saldo negativo di 121 unità (nel 2019 il saldo fu negativo per 43 unità);è il tasso di crescita annuale delle imprese registrate 0,31%, migliore del dato regionale (-0,49%) ma inferiore a quello nazionale (+0,32%).

Il Comune di Rimini è quello dove si concentrano maggiormente le imprese attive (pari al 43,7% dell'intera provincia), rimane il commercio, il settore con il maggior numero di imprese, pari 25,3% del totale, seguono le costruzioni (14,3%), alloggio e ristorazione (13,7%) in flessione dell’1,1% e le attività immobiliari (9,7%) in crescita dell’1,7%.

Lieve diminuzione nel settore manifatturiero (-0,9, 7,4% del totale) e nel settore agricolo (-1,9, 7,1% del totale).

Si segnala stabilità nel settore “Altre attività di servizi” (incidenza del 4,4% sul totale, -0,2% la dinamica annua), in crescita invece “Attività professionali, scientifiche e tecniche” (incidenza del 3,7%, +4,1% la variazione) e "Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese" (incidenza 3,3%, +1,0% la dinamica).

Con particolare riferimento all'e-commerce, al 31/10/2020 in provincia di Rimini risultavano attive 220 imprese che svolgono attività di commercio al dettaglio di qualsiasi tipo via internet); queste rappresentano il 4,5% del totale delle attività del commercio al dettaglio.

Decisa la crescita che ha caratterizzato questo settore nel periodo della pandemia; infatti, al 31/10/2020 si assiste ad un incremento del 18,9% delle imprese e-commerce, rispetto al 29/02/2020 (mese precedente al lockdown delle imprese), che porta ad un aumento dell’incidenza, sul totale delle attività commerciali, di 0,7 punti percentuali in otto mesi (dal 3,8% di fine febbraio al 4,5% di fine ottobre); rimane sostanzialmente stabile, invece, il commercio al dettaglio escluso l’online (-0,1%).

Nel confronto territoriale, tale aumento risulta essere superiore alla variazione positiva dell’Emilia-Romagna (+16,2%) e dell’Italia (+17,4%), con un’incidenza delle imprese e-commerce sul commercio al dettaglio maggiore sia di quella regionale (4,3%) sia del dato nazionale (3,4%); con riferimento a tutte le province italiane, quella riminese occupa la 36° posizione (su 106 province) per crescita delle imprese e-commerce nel periodo febbraio-ottobre 2020.

Rispetto alle altre province emiliano-romagnole, l’incremento registrato porta Rimini si piazza al terzo posto dietro Forlì-Cesena e Bologna,a livello regionale è al pari di Parma, la quarta posizione (preceduta da Modena, Reggio Emilia e Bologna); nel complesso, le imprese del commercio elettronico provinciali rappresentano l’11,9% del totale delle imprese regionali che effettuano vendite online.