Spettacoli e cultura

Fellini ‘magico’ - nel nuovo Museo Federico Fellini di Rimini c'è spazio anche per il mistero

Ultime News - Lunedì 20/07/2020, ore 18:22 - Rimini
Fellini

Il mago Fellini, l’alchimista Fellini, il Mandrake del cinema mondiale. Verrà dedicata alla magia un’intera installazione in forma di stanza al secondo piano del cinema Fulgor.  Sono in corso i lavori di riqualificazione e allestimento della seconda ‘gamba’ del Museo Internazionale Federico Fellini, collocata a Palazzo Valloni che al piano terra già contiene il restaurato Cinema Fulgor.

Fellini era attratto da maghi, indovini, veggenti, medium e di molti fece conoscenza diretta, a metà anni sessanta, durante un viaggio di preparazione a Giulietta degli Spiriti, il suo film più allucinato, surrealista e junghiano. Di quel viaggio restano alcuni Misteri d’Italia pubblicati sul Corriere della sera da Dino Buzzati, che lo accompagnò in quel giro “pauroso” e con cui condivideva questa fascinazione.

Il fascino per il magico si esprime anche nella fiducia che Fellini accorda al potere dei nomi: Asa Nisi Masa o lo stesso Amarcord, suoni quasi cabalistici, capaci, prima ancora di indicare mondi, di crearli dal nulla. Il “Cagliostro dello spettacolo” così Tullio Kezich chiamava l’amico per sottolineare l’importanza imprescindibile di questa componente nel cinema e nell’opera del riminese, una presenza ricorrente anche nel Libro dei sogni.

Marianna Giannoni